Due uomini in Office

HACCP e pacchetto igiene

sollevamento gru sul cantiere

Affrontare quei rischi microbiologici che comportano alterazioni negli alimenti

Il Regolamento CE 852/2004 introduce per le aziende il sistema di autocontrollo dell’igiene degli alimenti. In base alla normativa, le aziende sono tenute ad adottare tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza igienica e la salubrità dei prodotti alimentari e quindi l’idoneità degli alimenti al consumo umano dal punto di vista igienico.

 

Per quanto concerne il metodo HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) è un metodo di analisi del prodotto/processo che permette di introdurre e mantenere un programma di controllo della salubrità degli alimenti economicamente efficace. Lo studio HACCP si svolge mediante la sistematica valutazione di tutte le fasi necessarie alla produzione di un alimento al fine di identificare quelle critiche per la salubrità dello stesso e permettere di concentrare sulle fasi più a rischio i necessari controlli.

Uno studio HACCP genera una lista di Critical Control Point o punti critici di controllo per i quali è poi necessario fissare limiti Rischio e ogni modifica di carattere microbiologico, chimico o fisico del prodotto  che ne può influenzare la salubrità.

 

unnamed.png
Organizzazione Piatti

Il metodo HACCP è stato sviluppato per affrontare quei rischi microbiologici che comportano alterazioni negli alimenti. Negli ultimi anni è cresciuto l’interesse nell’impiego del metodo HACCP anche per l’identificazione dei rischi e delle misure preventive associati ai difetti qualitativi del prodotto (es. gusto, colore, etc.).

La filosofia del metodo HACCP, cioè l’identificazione di un pericolo e la messa in atto di adeguate misure atte a prevenirlo, è applicabile anche a criteri di qualità; e’ tuttavia opinione diffusa che la validità del metodo HACCP, si limiti a garantire la sicurezza e la salubrità degli alimenti e non inerisca con la qualità dei prodotti.

 

La Cooperativa Decade Servizi cura la progettazione per aziende agroalimentari di sistemi HACCP.

 

A chi si rivolge

A tutte le aziende facenti parte della filiera agroalimentare dalla produzione delle materie prime, passando per la lavorazione, confezione, trasporto e commercializzazione.